Scenari possibili

L’Istituto persegue  priorità di sviluppo che si inseriscono all’interno degli obiettivi dell’Agenda 2030: difesa e salvaguardia dell’ambiente e della salute, tutela della persona e dei diritti inviolabili, progresso sostenibile e responsabile attraverso un approccio didattico che superi la logica delle singole discipline.

La Scuola si prefigge di favorire lo sviluppo e il rafforzamento di competenze in chiave europea mediante alcune azioni di seguito elencate, anche a titolo esemplificativo:

  • l’adesione ad attività trasversali, con finalità pervasive - Erasmus plus
  • la progettazione e la realizzazione di iniziative e azioni per l’inclusione - Polo per l'Inclusione
  • il ricorso a pratiche didattiche condivise e multidisciplinari - Curriculo di Educazione civica
  • il coordinamento con il mondo del lavoro sul territorio e la valorizzazione dei percorsi PCTO - Stipula Convenzioni e accordi di Rete e collaborazioni con il CTS
  • l'adozione di criteri di valutazione per competenze, la formazione e l’aggiornamento in servizio del personale, la condivisione di buone prassi - Sviluppo del Piano della formazione del personale
  • l’ammodernamento delle dotazioni e delle attrezzature specifiche dei laboratori - Partecipazione a Bandi e relazioni con le realtà produttive del territorio
  • la conversione al biologico dell'Azienda agraria, già Fattoria didattica e sociale e Unità Educativa Territoriale - Collaborazione con l'Azienda sanitaria.

Per l'a.s. 2021/2022, è stato avviato un sondaggio tra il personale docente per individuare necessità e raccogliere opinioni e suggerimenti operativamente applicabili utili a:

  • rendere gli ambienti scolastici più accoglienti e funzionali
  • favorire l'instaurarsi di un clima sereno e collaborativo
  • far emergere le necessità formativo-professionali

Lo Staff di presidenza si farà carico delle proposte per avviare misure di miglioramento, coerenti con le indicazioni.