Buona Pasqua


Colorare le uova di Pasqua in modo naturale

Colorare le uova è una tradizione pasquale che unisce grandi e piccini. Quando in primavera fanno finalmente capolino sui prati bucaneve, tulipani e narcisi, vuol dire che non manca molto alla Pasqua.

Se non vuoi usare colori artificiali, perché temi si stingano fino all’albume, o perché magari sei allergico ai coloranti, puoi colorare le uova di Pasqua anche con colori naturali. I colori potrebbero risultare meno vividi, ma le uova si potranno mangiare senza alcun rischio per la salute. I colori naturali sono consigliabili anche per i bambini, che sono più sensibili rispetto agli adulti e perché tendono a mettersi in bocca gli oggetti.

 

Oltre ai consigli per colorare le uova pasquali, troverai qui tanti fantastici suggerimenti per decorare le tue uova.

DA DOVE NASCE LA TRADIZIONE DELLE UOVA DIPINTE?

 

Le uova colorate più antiche risalgono a oltre 60.000 anni fa. In Sud Africa, infatti sono state ritrovate antichissime uova di struzzo colorate. In Persia, Egitto e Grecia, poi, si celebrava l’arrivo della primavera mangiando o regalando uova. Questi popoli credevano difatti che il mondo e gli dei fossero nati proprio da un uovo. Per questa ragione, l’uovo era ritenuto simbolo di vita. Tale simbologia si è successivamente tramandata anche nel cristianesimo. Nella religione cristiana, in particolare, il colore rosso riveste un ruolo molto importante. Il rosso ricorda infatti il sangue di Cristo, che secondo il Vangelo, risorge proprio nel giorno di Pasqua. Anche nelle culture antiche, le uova pasquali venivano probabilmente dipinte con colori naturali, che le trasformavano così in bei doni colorati. E come si fa? Guarda qui!

 

 

ECCO COSA TI SERVE PER COLORARE LE UOVA CON COLORI NATURALI

Per colorare le uova pasquali con colori naturali, puoi usare varie piante, bacche o spezie. Di seguito, troverai il materiale più adatto per ogni colore:

 

colorare le uova in modo naturale

Arancione: Buccia di cipolla, carote, germogli di calendula

Giallo: curcuma, zafferano, foglie di betulla, foglie di ortica, germogli di camomilla

Viola: foglie di cavolo rosso

Blu: lamponi, bacche di sambuco, foglie di malva blu

Verde: spinaci, mate, erba di San Giovanni, prezzemolo

Rosso: barbabietola, corteccia di melo, tee rosso di malva

Marrone: foglie di nocciolo, caffè, te

 

Alcune di queste piante hanno bisogno di una fase di preparazione piuttosto lunga. Le cortecce degli alberi, ad esempio, andranno tenute in immersione per uno, o due giorni, prima di poter essere utilizzate per colorare le uova pasquali. In seguito, dovrai cuocerle per mezz’ora in acqua e attendere che il decotto si sia completamente raffreddato prima di dipingere. In caso contrario, infatti, le uova continueranno a cuocersi. Per velocizzare la procedura, puoi anche utilizzare coloranti naturali in polvere, in vendita in farmacia, che lascerai in immersione per soli 30 minuti, prima di cuocerli.

 

tempi di preparazione per colorare le uova

 

Le uova bianche ti offrono più possibilità di decorazione. Per colorare le uova pasquali con colori naturali, scegli quelle da allevamento biologico o a terra. Queste non solo hanno un guscio più spesso, ma anche un sapore più gustoso. Gli animali, inoltre, sono tenuti in condizioni migliori. Per mantenere le uova circa 2 settimane, cuocile da 8 a 10 minuti.

CONSIGLIO: Per evitare che le uova si aprano, riscaldale leggermente prima sotto un getto di acqua calda. Qualora dovessero aprirsi comunque, un po’ di sale nell’acqua di cottura eviterà che il contenuto fuoriesca del tutto. Poi immergi le uova in un decotto tiepido a base di aceto per circa mezz’ora. Questo consentirà anche ai pori più minuti di aprirsi e assorbire meglio il colore. Il rapporto acqua-aceto è di uno a uno.

Prepara la soluzione colorata in acqua fredda utilizzando scodelle o vasetti. Le uova cotte dovranno restare in immersione per circa mezz’ora, in modo da assorbire completamente tutto il colore. Puoi naturalmente toglierle anche prima se desideri una colorazione più tenue.

 

Se non ti piacciono le uova di un solo colore, ecco qualche consiglio per realizzare fantastiche decorazioni in modo rapido e con poco materiale.

DIPINGERE LE UOVA PASQUALI CON COLORI NATURALI – ECCO COME CREARE PICCOLI CAPOLAVORI

Dipingere insieme è divertente! Coinvolgi famiglia, amici e vicini. Raccogliete le idee e al termine del pomeriggio avrete realizzato decorazioni originali e creative. I bambini in particolare ne saranno entusiasti.

 

Ecco ancora una consiglio per creare incantevoli decorazioni Con un pennello e del succo di limone fresco potrai realizzare sulle uova modelli e motivi a tua scelta. In questi punti, infatti, il guscio dell’uovo non assorbirà il colore. Lascia asciugare l’uovo per qualche minuto, prima di immergerlo per circa mezz’ora in un bicchiere con il tuo colore naturale preferito. Vanno bene in questi casi anche la pellicola adesiva o il nastro isolante. Puoi ritagliare triangoli, quadrati o motivi a zig zag. Fissali sull’uovo e immergi poi quest’ultimo nel colore. Aspetta che si sia asciugato del tutto prima di rimuovere le fasce isolanti.

 

In Lusazia ed in altre regioni dell’Europa dell’Est, si è diffusa una particolarissima tradizione pasquale per la decorazione delle uova. In questo caso, ti servirà della cera sciolta e un oggetto appuntito. Infilza ad esempio una spilla da balia in una matita. La matita garantirà una migliore stabilità nella decorazione Con la punta della spilla, puoi ora disporre la cera sulle uova creando punti, fasce, cerchi o altre forme. Dopo aver dipinto le uova, rimuovi con attenzione la cera con una fiamma e asciugale bene. Per un tocco di luminosità in più, puoi lucidare le uova con un po’ d’olio da cucina.

 

colorare uova fai da te

 

Come vedi, per colorare le tue uova pasquali con colori naturali e trascorrere un pomeriggio in famiglia all’insegna della creatività e del divertimento basta davvero poco! Prova anche tu e non dimenticare di fare tante belle foto alle tue decorazioni. Potrai poi raccoglierle in un bel fotolibro o perché no stamparle come foto vintage dallo stile retrò.