Vigneto

Fino al mese di settembre 2021 sulle superfici aziendali destinate a vigneto sono state coltivate rispettivamente 0.6375 ha a vite da vino, varietà Refosco e 0.8200 ha a uva da tavola per un totale di 1.4575 ha.

Tali superfici sono attualmente oggetto di espianto della coltura in atto, allo scopo di utilizzarne i diritti di reimpianto per la creazione di un nuovo vigneto di pari superficie complessiva, insistente su altre particelle. 

L’impianto del nuovo vigneto verrà eseguito utilizzando le varietà resistenti alla Plasmopara viticola recentemente selezionate da Istituti di ricerca e in ambito universitario allo scopo di sperimentare la validità di tali vitigni e per ottenere dal vigneto un’adeguata produzione in termini quantitativi e qualitativi, non sempre possibile con le varietà tradizionali in caso di metodi di difesa biologici.