Teatro

Coordinata e diretta abilmente dal prof. Livio Gnucci, la compagnia teatrale de “I Libani monni” è attiva dal 2013 e coinvolge circa 20 studenti impegnati innanzitutto nel corso propedeutico per favorire l’acquisizione di abilità di base, attraverso esercizi di movimento, utilizzo della voce, sincronizzazione movimento-voce, coordinazione con il gruppo ed esercitazioni mimico-gestuali, e poi, in un secondo momento, nel laboratorio per le prove e l'allestimento di una rappresentazione teatrale.

Il laboratorio rappresenta un’occasione privilegiata per esplorare le proprie potenzialità fisiche ed emotive, sviluppare le capacità di ascolto, osservazione, espressione e senso critico e per stimolare la capacità di vivere e lavorare in gruppo, riconoscendo nell'unicità di ogni individuo una ricchezza da condividere e non una diversità che spaventa.

La compagnia solitamente anima la premiazione di “Fax for Peace”, interviene alla manifestazione “Giardini aperti” e partecipa a rassegne del teatro della scuola regionali e/o nazionali.

Le foto si riferiscono alle rappresentazioni teatrali degli anni 2017 e 2018 a Grosseto durante la manifestazione "Premio Giorgio Gaber".

Breve video realizzato in collaborazione con il regista Ferdinando Vicentini Orgnani Marlowe ci guarda.

Nell'a.s. 2021-22, la compagnia "I Libani monni" sta provando il copione  della commedia "Le rane" di Aristofane, riadattato e riletto in chiave ambientale.

Le prove, iniziate a gennaio, si svolgono il lunedì dalle 13.30 alle 15.30, il mercoledì dalle 13.30 alle 15.30 e il sabato dalle 11.50 alle 13.00.

Agli incontri gli studenti partecipano per gruppi ristretti, nel rispetto delle norme per la prevenzione del contagio.